Spagna, Italia e Grecia: una faccia ed una razza politica politicante

Questa di Michele Boldrin è un’analisi della crisi finanziaria che rischia di far saltare l’euro, che non possiamo non ospitare anche se potrebbe far storcere il naso ai frequentatori blogacciati perché l’economista italiano che lavora negli Stati Uniti d’America, pur non negando le colpe del mercato all’origine della crisi economica mondiale, addossa alla pratica della lottizzazione politica del sistema bancario spagnolo la causa che ha condotto la Spagna sull’orlo del baratro. Le cassa di risparmio spagnole scrive Boldrin, sono andate al fallimento perché malamente gestite dalla politica che nomina i consigli di ammistrazione ed analogamente a quanto accade in Grecia, la crisi finanziaria non sarebbe da imputare all’austerity piuttosto al collasso del sistema bancario che in Italia sta appena un pò meglio di quello iberico. La recessione è l’effetto della chiusura creditizia e non delle politiche di bilancio. La bancarotta spagnola che rischia di far evaporare con l’euro anche il progetto di Unione Federalista Europea, sarebbe stata generata da quella che in Italia conosciamo come lottizzazione politica che ha generosamente continuato a finanziare i mutui immobiliari senza ritorno fino a trovarsi in crisi di liquidità cui lo Stato Spagnolo non può far fronte rivolgendosi al mercato pena un’avvitamento di tipo irlandese…lettura consigliata

(Visited 212 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in economia, esteri e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.