Mes, acqua in bocca, il M5S ha cambiato approccio conferma la Lombardi


Mes, i grillini non sono più il problema di Conte. A conferma, le parole della Lombardi, un pezzo grosso della variegata galassia pentastellata: dobbiamo cambiare approccio. Una quadrunviro della prima ora Roberta Lombardi, che appena giunta in Parlamento nel 2013 seppe mettersi a capo della squadriglia di cittadini assaltatori del Palazzo distinguendosi per ardore e competenza: e chi lo dice che il Presidente della Repubblica deve avere una certa età per essere eletto? Insomma, un tipo risoluto. Una di quelle che danno la linea al M5S. Una sorta di Azzolina ante litteram. Non è mica un caso se guida la delegazione del M5S in appoggio alla Giunta Zingaretti, nel Lazio. Dunque, il Mes è cosa fatta per i grillini, Conte mantiene il segreto non per ragioni politiche, ma perché non vuole dare alibi ai paesi cosiddetti frugali (Olanda, Austria, Danimarca), che mirano ad un ridimensionamento del “recovery fund” progettato dalla bella, onesta, ingenua campionessa di europeismo Ursula. Quella stessa che Prodi propone quale vaccino antisovranista. Il Mes però era e continua ad essere un grosso rischio per l’Italia che ha bisogno di soldi subito per crescere e crescere velocemente per impedire che la pioggia di miliardi venga risucchiata dagli ammortizzatori sociali, mette in guardia Alberto Bagnai, il professore pescarese nemico giurato dell’euro, responsabile economico della Lega che ci spiega quanto le forze di Ursula sottacciono: il Mes è un fondo costituito per gli Stati che non hanno accesso ai mercati. Se dunque prendiamo a prestito dal fondo Mes otterremo di provocare una impennata dei tassi perché il fondo salva Stati è un creditore privilegiato vale a significare che in caso di default, tutti gli atri creditori, compreso i risparmiatori italiani, diventano subordinati e ci venderanno euro a più caro prezzo. E’ questa la ragione per la quale la Grecia ha già fatto sapere che non chiederà aiuti al Mes. Li conosce quelli della trojka, sinceri democratrici e ben educati. Mes e “recovery fund” continua Bagnai, non trovano ragioni economiche per essere preferiti alla BCE che al momento, è la sola Istituzione europea impegnata seriamente contro la crisi post pandemica. Molti infatti non sono a conoscenza che vendere titoli di Stato alla BCE , non comporta costi ed è come finanziarsi in moneta. In realtà, ci svela Bagnai, il PD si è fatto garante della UE e vuole ipotecare i futuri Governi vincolando l’Italia alle Istituzioni economiche europee in modo tale che il prossimo Governo conservatore non possa avere margini di manovra. I vincoli creditori permetteranno a Bruxelles di governare a distanza il nostro paese. E’ questa la sola ragione per la quale il PD, preferisce i fondi europei ai titoli italiani acquistati dalla BCE per finanziare gli investimenti e la ripresa.

(Visited 21 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.