Task force per la Libia, i marines sbarcano a Sigonella

marinesObama teme per la tenuta delle deboli istituzioni democratiche in Libia soprattutto dopo il rafforzamento delle milizie salafite in Cirenaica ed ha inviato 200 marines a Sigonella in Sicilia pronti ad intervenire in Libia se la situazione dovesse precipitare. Fonti militari stimano la presenza di almeno cinquecento milizie armate sul terreno, Obama ne ha parlato con Letta durante i colloqui telefonoci e conta molto sul ruolo che può giocare l’Italia per la stabilità in Libia. I marines sbarcati a Sigonella entreranno rapidamente in azione in caso di attacchi terroristici che prendessero di mira non solamente le sedi diplomatiche, ma anche aziende occidentali che lavorano in Libia. Obama ha poi ribadito a Letta di tenere molto al consolidamento dell’Unione Europea come ha più volte avuto modo di far sapere al Cancelliere Angela Merkel. Anche sui temi europei ha mostrato fiducia nel ruolo che può assumere l’Italia nella prospettiva futura della costruzione di uno spazio di libero scambio transatlantico tra Ue ed USA per far ripartire la crescita. Una cooperazione occidentale che potrebbe fungere da argine concorrenziale all’invasione dei prodotti asiatici.

(Visited 191 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in economia, esteri e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.