mascherine e respiratori, sono tutti berlinesi quelli che mancano

Scendete in farmacia, chiedete di acquistare una mascherina. Vi sentirete rispondere che sono andate esaurite. Negli ospedali poi, c’è penuria anche di respiratori. Poveri noi, malcapitati, che dovessimo aver bisogno. Sono tutti berlinesi infatti i dinieghi che ci vengono dall’Europa. Le belle parole non sono mancate, ma la grana se la tengono stretta a Francoforte tanto che se l’Italia non soffocherà nei debiti a Berlino hanno già deciso che può tranquillamente rischiare di strozzarsi per mancanza di ossigeno nei polmoni. Si terranno stretti i nostri repiratori già ordinati. Un augurio di vero cuore: che non si dia mai il caso che vi occorrano! Se risponde al vero che gli amici si vedono nel bisogno, allora che Dio ci scansi e liberi presto da questi della UE franco-tedesca. Ci ricattano perché i nostri confini restino aperti, i loro sono ben chiusi e protetti; hanno impoverito il nostro sistema produttivo coi loro regolamenti demenziali; ci obbligano a comprare in altri continenti tutto quanto potremmo produrci in casa senza limiti e difficoltà; ci controllano le spese, mettono becco nelle nostre entrate a loro esclusivo tornaconto; prosperano mentre noi andiamo ramenghi in giro per il mondo ad elemosinare quanto solamente ieri sapervamo fabbricare e costruire in raffinata qualità e sovrabbondante quantità. Non ci resta che un ultima preghiera: coronavirus che sei nell’aria, rimetti a noi i nostri debiti e non c’indurre in tentazione, ma liberaci dal male della UE 

(Visited 42 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in attualità, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.