Di Maio traumatizzato da un sondaggio riservato, è in arrivo il vento del cambiamento

Non è Rousseau la spina nel fianco di Di Maio, la base grillina infatti non preoccupa più di tanto. Gli analisti della Casaleggio associati hanno rassicurato il capo politico del M5S, gli iscritti sono possibilisti sulla immunità a Salvini e la cancellazione del limite a due mandati istituzionali per le componenti governative del movimento. Il vento del cambiamento sta invece arrivando da quelli che contano veramente:  la gran massa degli elettori grillini. L’allarme rosso è scattato a seguito del rilevamento di un sondaggio riservato commissionato dai volti noti del movimento per saggiare il gradimento tra gli elettori: il M5S precipiterebbe progressivamente al di sotto del 20% anche se il Governo dovesse durare l’intera legislatura. A conferma che non bastano i “like” ed i “tweets”, per fare politica bisogna conoscere, studiare e porre in essere soluzioni percorribili ai problemi. La transumanza di elettori starebbe dirigendosi in direzione della Lega. Un partito che pur avendo imparato ad utilizzare gli strumenti della comunicazione digitale ed egemonizzato la rete, non ha rinunciato a selezionare la sua classe dirigente sul campo della esperienza ed ha saputo mantenere il confronto fisico e diretto con le persone ed i loro problemi.

(Visited 58 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.