Da Facta a Monti l’Italietta liberale senza peso specifico

Sullo scenario internazionale contiamo zero. Se partiamo dai deboli governi liberali del Regno fino a giungere ai corrotti governi Repubblicani, costateremo che quasi nulla è cambiato per l’Italia nella considerazione internazionale percepita dalle grandi potenze, come da quelle definite potenze emergenti: consapevoli che le debolezze del nostro sistema Istituzionale c’impediscono ogni reazione, si sentono tutti autorizzati a violare i nostri diritti. Efficacemente l’ha sintetizzato Maroni, tutti prendono per il culo l’ Italietta liberale così cara a quelli che non rinunciano alla vita comoda. I recenti casi dei marò italiani fatti prigionieri dall’India e l’uccisione in Nigeria dell’ingegniere Lamolinara seguita al blitz delle forze speciali inglesi, stanno a dimostrare la sufficienza con la quale si può trattare l’Italia perché il suo peso specifico è del tutto irrilevante quando dallo spread si passa al piano dei rapporti di forza, i soli che hanno avuto da sempre nella storia, veramente importanza nel regolare le relazioni internazionali. I tecnici al governo e tanto meno la partitocrazia dietro le quinte, non hanno alcun interesse a denunciare lo stato reale delle cose perché ne sono gl’interpreti pricipali per convenienze facilmente intuibili. Gli inglesi così come i francesi per non parlare degli americani se ne sbattono, quando in palio sono da difendere gli interessi nazionali mettono da parte ogni dialogo ed ogni parlamentarismo inconcludente ed agiscono come conviene ad un paese che intende far rispettare e riconoscere il proprio ruolo internazionale. E così, mentre l’Italietta resistente e partecipativa per risolvere le sue beghe fa ricorso alle armi persuasive del comprare e del corrompere, le sole delle quali è padrona, senza mai imporre un proprio ruolo “Politico”, i grandi della terra non si fidano del suo fascino ammaliatrice e sanno di poterla ridurla all’obbedienza e di violarla facilmente perché la trovano già nuda e predisposta a prenderlo nel c…

(Visited 21 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.