Travaglio è il nostro Le Pen, sputa fuoco Buttafuoco

In Italia non c’è una Le Pen. La nostra destra legge ed ordine potrebbe essere quella di Travaglio. Oggi la destra legge ed ordine non c’è più, ma non sarà un caso se a Buttafuoco è sfuggito che fino a pochi anni fa la destra di Almirante, quella delle mani pulite sbattute in faccia ai partiti sporchi e corrotti, c’era eccome. La fiamma del MSI divenne infatti il simbolo del Front National. Poi quel patrimonio ideale e di valori custodito gelosamente da due milioni di italiani, venne svenduto al riccone per banale sete di potere. Quella destra ardimentosa che a Roma arrivò al ballottagio sotto le insegne della Fiamma tricolore, rinunciò a stare dalla parte dei giusti, rinunciò all’onore italiano, rinunciò all’orgoglio, rinunciò ad esercitare il suo peso elettorale che aveva raggiunto le due cifre e che sarebbe stato ineludibilmente condizionante nel sistema politico. Scomoda, quella destra nazionale era scomoda, spenta la fiamma in Fini ed accoliti rimase solamente l’anelito a comode poltrone istituzionali; dalle quali i tanti giovani di un tempo si erano tenuti distanti per non lasciarsi contaminare dal disordine dell’illegalità e del ladrocinio elevato a sistema.

Allons enfants de la Marine, le jour de gloire est arrivé! Quella destra nazionale che in Francia infiamma i cuori di operai e giovani in Italia si è squagliata nel calduccio delle poltrone di governo; quella destra nazionale che in Francia ha guadagnato un milione di voti, in Italia è stata innestata sulla malapianta leghista al governo contro la nazione e tutto questo per sentirsi compiacere da quelle cancellerie il cui disprezzo è oggi il vanto della Le Pen. Niente sarà più come prima, esplode la soddisfazione della bella Marine e Sarkò è costretto a portarsi sulle sue
posizioni mentre qui da noi in Italia, la Destra nazionale NON c’è più, il boia che tagliò la fune della ghigliottina è seduto sullo scranno più alto della Camera ed ora disperato, s’accompagna a quei democristiani un tempo odiati per cercare un improbabile ritorno di gloria che non vedrà mai più!

(Visited 58 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.