Quirinale, qui si parrà la tua nobilitate caro Matteo

header-vignetta-renzi e berlusconi con la palla al piedeA parlare è Rino Formica, ex ministro socialista delle finanze che ha visto avvicendarsi ben quattro Presidenti al Colle. Fino ad ora sostiene, Renzi ha rottamato, ha mortificato, ha minacciato ed ha potuto governare col voto di fiducia, ma sull’elezione del Capo dello Stato non potrà nulla, i grandi elettori si organizzeranno per bande non per partiti e nel Parlamento italiano ci sono troppi rancori e sete di vendetta tra gli stessi renziani che si sentono messi da parte. L’elezione del successore di Napolitano sarà l’occasione ove parrà tutta la sua nobilitate, sarà la prova per verificare chi è Renzi politicamente: quanto seguito ha, di quale credito gode realmente, quali “amori” ha saputo conquistare in Parlamento. Dopo un anno al timone del Governo, ancora nessuno lo sa. Quello che viviamo, è un momento di eccezionale gravità osserva Formica, ma purtroppo nessuno prende coscienza che il prossimo Presidente della Repubblica dovrà essere un uomo in grado di farci saltare nel buio verso gli Stati Uniti d’Europa oppure accompagnarci sulla strada del ritorno allo Stato nazionale. Assistiamo invece a traffici di bassa lega tra i due che hanno in teoria i pacchetti di voti necessari per eleggere il nuovo Presidente: il primo è interessato ad un uomo che non gli faccia ombra, il secondo è preoccupato esclusivamente di recuperare l’agibilità politica per salvare le sue aziende. In tutto questo, nemmeno si scorgono gli interessi del Paese. Finiranno per accordarsi su di un nome di basso profilo, un utile idiota a garanzia degli equilibri dati, finché durano…

(Visited 118 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.