Per un disegnino e quattro chiacchiere spesi 400.000€

Pagine e pagine di chiacchiere per giustificare quelli che sono sprechi fuori di ogni logica, un esborso straordinario di risorse che sarebbe stato meglio impiegare proficuamente in servizi od anche assistenza considerando l’eccezionalità dei tempi di crisi che viviamo. Invece, in Campania quasi ad esorcizzare le ristrettezze economiche e finanziare in cui versa la nazione, si fa ricorso ad una metodologia collaudata per affossare le sorti del meridione: la spesa pubblica inutile. Si procede a botte da 200mila euro per convegni che il cantautore Vecchioni organizzerà a Napoli o come a Salerno, dove per un disegnino stilizzato che dovrà veicolare l’ammagine della città riassunta in una “S” al tramonto nel mare del golfo di Salerno. Un’assurdità, uno sproposito ad opera di una classe politica ostinatamente irresponsabile che non vuole saperne di rispondere a criteri di corretta ed economica gestione amministrativa.

(Visited 11 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in locali, politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.