L’Italia è in declino da 40 anni…

Non c’è stato alcun attacco premeditato contro l’Italia, la speculazione finanziaria fa il suo mestiere sostiene Giuliano Panizzi, investmen banker. L’italia sono circa quarant’anni che vive, o meglio, subisce una fase di declino economico. Negli anni ’80 si è alimentata una spesa pubblica improduttiva (…la nave va dichiarava a quei tempi Craxi. ndr), che si è sostituita all’autonoma crescita economica privata e agli investimenti pubblici degli anni ’50 e ’60, creando così il grosso del debito pubblico. La situazione è precipitata con la caduta del Muro che ha sancito la marginalizzazione strategica e politica è da quel momento, che il paese appalesa tassi di crescita asfittici. Siamo un paese in vendita e terra di conquista per gli stranieri che comprano le nostre aziende. Anche un marziano capirebbe osservando le condizioni economiche dell’Italia che non si possono acquistare i suoi titoli di debito e li venderebbe. Bisogna uscire dalla contrapposizione tra neo-keynesiani e liberisti perché la situazione globale è fluida e le contingenze congiunturali dei mercati sono sempre diverse per cui i modelli di sviluppo vanno adottati alternativamente a seconda delle necessità…

(Visited 33 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in attualità, economia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.