La grande ammucchiata potrebbe non bastare, Le Pen spopola tra i giovani

Marine Le Pen ha spopolato nelle campagne, non è questa però la vera sorpresa venuta fuori al primo turno delle Presidenziali. L’analisi dei flussi infatti, ha rivelato come in larga misura il voto al Front National sia venuto dalle fasce giovanilisegmento della popolazione in maggioranza solitamente orientato a sinistra. La grande ammucchiata quindi che si profila al secondo turno, non  necessariamente potrebbe essere sufficiente a far vincere Macron. L’arco repubblicano ha prevalso nelle grandi città e tra i ceti abbienti interessati a mantenere inalterate le condizioni economiche e ad essere rassicurati dalle forze moderate. Oltre un quarto dei francesi però, ben otto milioni di elettori, resiste contro tutti. Magari sarà vero che la Francia non è ancora pronta a sperimentare un Governo Nazionale, ma è anche vero che il grande lavoro di allargamento prima e consolidamento poi della base elettorale portato avanti da Marine Le Pen da quando ha preso il testimone dal padre Jean Marie alla guida del Front, ha gettato le premesse perché dopo un altro ciclo di maturazione, ci ritroveremo uno schieramento lepenista fortissimo nella società, osserva lo scrittore Marek Halter. Bisognerà che ne passi ancora di acqua sotto i ponti della Senna, poi tra cinque anni quando anche l’immagine di Macron come quella dei suoi predecessori, sarà sbiadita e svilita dalle mine identitarie delle banlieue e dalle prevedibili crisi delle Istituzioni Europeeil tempo potrebbe finire per rendere giustizia nelle urne agli sforzi del popolo di ritrovare un Governo.

(Visited 124 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.