UE, pronto il piano Tsipras per accogliere Di Maio premier

Riforme strutturali, tagli a deficit e debito pubblico. Per Di Maio, l’Europa ha già riservato il piano con il quale accolse Tsipras al suo esordio alla guida della Grecia. L’avviso d’altronde è giunto anche a Salvini, l’altro vincitore delle elezioni di domenica 4 marzo, per bocca del Presidente del Parlamento di Bruxelles, Antonio Tajani, sulla carta alleato della Lega: solamente coi conti in ordine e con un Governo stabile, l’Italia potrà farsi ascoltare in Europa. Salvini lo sa e se rispetterà i patti gli consentiremo di indicare il nome del prossimo Presidente del Consiglio. Uscire dall’euro e dalla UE sarebbe pura follia, anche gli inglesi stanno ricredendosi. Conosce bene le forche di Bruxelles che attendono Di Maio, Yanis Varoufakis, per averle sperimentate di persona: Lega e Movimento cinque Stelle sono dei velleitari, una volta al Governo finiranno per essere fagocitati dal sistema europeo come è accaduto a Tsipras. Non hanno un progetto alternativo al “fiscal compact” e soprattutto non hanno la forza politica per imporsi in Europa. I grillini poi, in campagna elettorale hanno continuato ad urlare contro la casta, ma è del tutto evidente il loro riposizionamento moderato verso il centro, infatti gli apparati cominciano a sentirsi più rassicurati e spingono tutti perché si alleino con il PD. Parole non del tutto infondate quelle dell’ex ministro della economia del primo Governo Tsipras, le cui intuizioni trovano riscontri nelle prime analisi della stampa estera a commento delle vittorie delle forze antisistema UE, in Italia. Il Financial Times, quotidiano dei mercati finaziari, arriva a concludere bontà loro, che visti i risultati delle urne, è bene che le forze popolari altrimenti appellate populiste, non siano tenute fuori dal Governo, ma sia data loro la possibilità di essere messe alla prova così che, una volta giunte al varco dei poteri continentali possano essere rinchiuse nella gabbia dei vincoli regolatori dalla forza ricattatoria del creditore di Francoforte oppure fallire, mostrando al popolo le loro inadeguate capacità.

(Visited 119 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+
Questa voce è stata pubblicata in esteri, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.