Utopie e credibilità, rapporto dell’ambasciata Usa sul sistema politico italiano

ambasciatore_spogliGià nel 1992 con mani pulite, l’Ambasciata Americana a Roma aveva attenzionato gli attori del possibile cambiamento del quadro politico italiano al fine di delinearne i limiti e soprattutto apprezzarne le eventuali minacce agli interessi USA. La storia si è puntualmente ripetuta nel 2008, quando comincia a farsi largo sul web quel fenomeno alternativo ignorato dai mezzi di comunicazione tradizionale, ma che si mostra capace di dar voce agli esclusi ed agli emarginati di un sistema intimamente corrotto, arroccato nel potere che ha distrutto ogni speranza e prospettiva di miglioramento dell’Italia. E’ Ronald Spogli, consigliere economico dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia a redigere il rapporto su quello che valuta essere il germe di un nuovo partito politico che finirà per assumere un peso rilevante nel panorama di quello che è strategicamente il più importante alleato nel Mediterraneo. Il germoglio di questa nuova forza politica appare ben informato all’ambasciatore Spogli, dotato di una grande attrattiva personale anche se le sue sono idee utopiche ed irrealistiche lo vede però destinato ad essere un interlocutore credibile del sistema politico italiano. Bastarano pochi elementi a Spogli per dar credito e segnalare a Washinton che le cose in Italia correvano il serio rischio di cambiare e vide giusto, mentre la politica di professione ancora si arrabattava in estenuanti discussioni e vuoti formalismi rituali. In altre parole: in America alcuni vecchi e collaudati danno più preoccupazione di altri giovani e populisti.

(Visited 14 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in attualità, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.