Quando una telefonata non ti allunga la vita

Una telefonata ti allunga la vita recitava una fortunata pubblicità televisiva qualche anno fa. Pur sempre di telefonata si tratta, ma pare che se viene ascoltata da orecchie curiose di conoscere e capire la verità, possa addirittura ricondurti alla Casa del Padre. Niente naturalmente può valere una vita e quindi, la morale che possiamo trarre da questo caso è che alcune volte, è giusto non rispondere al telefono. Anzi, sarebbe meglio staccarlo dalla spina quando dall’altro capo l’interlocutore si prende delle licenze tali da trascendere in vernacolo quasi a voler lasciar intendere che le sorti come le ragioni, sono comuni. Una telefonata ha il potere di farti morire di crepacuore se ti assale la vergogna, se pensi che poche parole pronunciate al telefono, possano smentire incontrovertibilmente una vita intera. Ed allora la vita decide di andarsene, di volare via sul filo del telefono per non soffrire. E’ incredibile. Bisogna onorare simili memorie, vittime di telefonate. Sono cambiati i tempi, oggi non si muore più per la perdita di una persona amata, non si muore più per il dispiacere di aver procurato un danno irreversibile alla propria famiglia, oggi si muore per soccorrere un’amico al telefono e magari lasciare tanti altri appesi al filo. Un tempo era tutto più semplice: silenzio ed omertà e tutto filava per il verso giusto oggi, non ci si può fidare di queste moderne tecnologie. Si è sempre connessi e ti è impedito di aiutare un amico con discrezione. Bei tempi quelli di una volta, bastava tenere la bocca chiusa e tutto si rimetteva a posto oggi, c’è un solo modo per difendersi dalle telefonate: chiudere la connessione e riavviare il PC sperando nel conflitto d’IP e riprendere e tacere.

(Visited 53 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in attualità, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.