La fiducia in maschera

Mascherato al QuirinaleQuando in tanti si lasciavano prendere dagli entusiasmi noi che la mattina andiamo al lavoro col tram e scendiamo di casa per fare la spesa, abbiamo messo per iscritto i risultati delle elezioni e c’abbiamo preso. Trascorsi dieci giorni dall’apertura delle urne ora che i partiti per la prima volta si sentono minacciati nel cuore dei loro interessi dall’armata degli impresentabili con la fedina penale pulita, con una laurea in tasca, con master e professione bene avviata. gente comune insomma, non incline all’intrallazzo, gente che non si è mai fatta dare un prezzo, che non rende disponibile il proprio onore, che fatica e soffre in silenzio per vivere piuttosto che confondersi come tanti mediocri che scrivono o parlano al servizio del politicante di turno pur di sfangarla a scrocco dalle nostre tasse, vista che c’è andata bene, decidiamo di proporvi un’altra lettura dei fatti che ci propinano i giornali e proviamo a formulare ancora una previsione: Grillo, sul cui programma economico restiamo scettici e manteniamo forti perplessità, si è messo in maschera non certo per irridere gli elettori che l’hanno votato, ma per significare ad essi ed a tutti gli italiani che in questa fase convulsa, quando il “sistema” è disorientato dal suo successo andato oltre le più rosee attese, è meglio che una nuova forza politica nata fuori dai partiti e che si trova a dover decidere del futuro della nazione, mascheri i suoi reali intendimenti per far venire fuori allo scoperto le forze della conservazione partitocratica squalificate da un cinquantennio di ladrocini e tradimenti. Il nuovo Parlamento nascerà, Grillo voterà la fiducia al Senato sicuro di poter strappare il massimo di quello che s’è prefisso di ottenere. Useranno ogni mezzo per screditarli, commentava a maggio 2012 un nostro lettore che evidentemente li conosce bene come Grillo…

(Visited 22 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.