Un delitto far cadere il governo, a settembre pronto reddito di cittadinanza

mendicanteNon c’è stata necessità di una manovra aggiuntiva, non abbiamo avuto l’assillo dello spread e la sensazione che s’avverte è quella che il Governo abbia fatto poco in questi 100 giorni ed invece abbiamo fatto tanto dice Giovannini, Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali. A settembre sarà anche pronta la proposta per il reddito di cittadinanza. Doveroso rammentare che Enrico Giovanni è l’ex presidente dell’Istat che, messo a capo dell’omonimareddito-cittadinanza Commissione cui era affidato il compito di tagliare gli stipendi ai Parlamentari per ricondurli a livello di quelli europei, a conclusione dei lavori decise di NON calpestare i piedi alla casta chiosando: NON si può fare. Il tema della lotta alla povertà è però di stretta attualità e ci è sembrato importante segnalare l’intervista, prendetela con beneficio d’iventario. Secondo quanto illustra Giovannini, il progetto del reddito minimo garantito è stato ispirato da Acli e Caritas e sarà regolato dalla disponibilità ad accettare un lavoro. Giovannini tocca anche lo scandalo delle pensioni d’oro che sono poche, afferma. Per avere un alleggerimento di cassa, dobbiamo puntare a perequare le pensioni d’argento trovando una modalità che risulti coerente con le recenti pronuce della Corte Costituzionale.

(Visited 20 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.