tra popolo, libertà e liberismo, Fare pulizia è la proposta di Oscar…

ScreenHunter_liberaleQuanti candidati raccoglieranno l’appello rivolto a ciascuno degli schieramenti in campo perché s’impegnino per iscritto a respingere la metastasi del cancro civile che affligge la politica ed inquina la democrazia? Staremo a vedere certo è che anche per queste consultazioni le premesse sono tutt’altro che incoraggianti. Si può tollerare che un popolo libero ammaini la bandiera della libertà e svenda la propria rappresentanza al compresso morale barattando il voto con la moneta della promessa e del raggiro? Inammissibile, ma accade puntualmente ad ogni consultazione ed i partiti non riescono a rinuncirvi. Anzi, ne va della stessa loro esistenza. Si appalesa tutto il limite della democrazia e l’idea stessa che la partecipazione corale ai processi decisionali sia garanzia di libertà, giustizia ed imparzialità. Sorprende infatti come centinaia di migliaia quando non milioni di cittadini si lascino sedurre e subiscano il fascino anarcoide del potere per affiliazione rinunciando alla fatica della libertà da conquistare con dignità e merito. Il rischio è di restare soli, di confinarsi nella testimonianza irrilevante quando si portano in dote solo idee e proposte piuttosto che favori, concessioni e magnanimità a spese del contribuente. Che cosa potrebbe chiedere il cittadino elettore all’Oscar della politica in cambio del suo voto? Nulla. Solo proposte interclassiste per risolvere i problemi che affliggono operari e pensionati come piccoli imprenditori e partite IVA, tutti coloro che la ricchezza la producono e non la dissipano.

(Visited 14 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.