Sgonfiare i consensi di Lega e M5S, il programma del Governo Gentiloni-wireless

Tutto lascia pensare che presto il ganassa disferà gli scatoloni ch’è stato costretto a fare per non perdere la faccia nell’immediato della batosta referendaria. Con quella bocca sempre aperta in video, in radio, sulla carta stampata ed in rete è riuscito a fare quasi più debiti di quanti ne abbia fatti fare al Tesoro per pagare le sue mance elettorali. Le parole date sono state così tante che se non l’avesse mantenute almeno per un pò, la sua fama di sborone della politica sarebbe stata compromessa per sempre. In realtà sia il PD, sia l’opposizione, non hanno a portata di mano un sostituto capace di cancellare la memoria delle tante promesse non mantenute ed un pò come accadde con Napolitano, accetteranno loro malgrado che quanto prima disfi i pacchi del trasloco per essere accolto come salvatore del sistema. La stessa fiducia alla Legge di bilancio votata senza alcuna modifica, dimostra che sarebbe restato al suo posto ancora a lungo fino al termine dei compiti che gli avevano affidati se non avesse avuto l’opposizione della opinione pubblica che ad un certo punto ha avvertito a destra come a sinistra sulla sua pelle, il peso di un potere completamente slegato da ogni riferimento sociale. I partiti si riprenderanno Renzi perché oramai sono entrati nel tunnel della paura dopo che, chiamata la gente alle urne, hanno costatato che questa gli vota contro. Temono seriamente di essere spazzati via per accertata irresolutezza ed inconcludenza sui temi più disparati che interessano le vite delle persone in carne ed ossa: lavoro, sicurezza, tutela del patrimonio morale, civile e culturale minato e quotidianamente messo alla berlina dall’opera incessante dei mezzi di comunicazione spudoratamente manipolati. Quello che il conte Paolo Gentiloni Silverj sta per mettere insieme in fretta e furia altro non è che un Governo wireless guidato da Pontassieve. Sono infatti trapelate indiscrezioni secondo le quali si sarebbe udito un sonoro vaffa all’indirizzo di Franceschini impegnato a salvare le apparenze con la proposta di uscita del giglio magico almeno dai posti chiave. Presumibilmente mercoledì, Gentiloni presenterà un Governo di scopo al quale tutte le cancellerie europee non faranno mancare il loro appoggio perché provi a comprare altro tempo utile a sgonfiare i consensi crescenti di Lega e M5S, astenendosi dall’assumere provvedimenti impopolari.

(Visited 245 times, 1 visits today)
Please follow and like us:
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *