Sesso, bugie e videotape Berlusconi riscrive l’agenda da Santoro

noemi-letizia-papi-berlusconiGiovedì, 10 gennaio 2013, Berlusconi ha ritrovato lo smalto dei tempi andati da Santoro. Servizio Pubblico gli ha reso il miglior servizio che potesse attendersi in questa campagna elettorale: avere di fronte degli avversari dichiarati tanto intimiditi, da fissare gli appunti e non riuscire ad alzare lo sguardo e puntare negli occhi il soggetto protagonista di tanti loro servizi ed editoriali. Santoro, Travaglio, la Costamagna non hanno reso alcun servizio al pubblico dei telespettatori che si aspettavano un incedere incessante di domande, smentite, rilievi precisi e documentati su troppi anni passati al governo in difesa dei propri interessi hanno invece, completamente deluso. Quella ch’è stata la nave ammiraglia dell’opposizione al berlusconismo ha finito per avere la stessa sorte della corazzata Potëmkin…Silvio è entrato immediamente nel ruolo ed ha ribattuto colpo su colpo ogni domanda portata senza convinzione ed ogni argomento proposto in forma così generica da poter essere svilito con facili giustificazioni valide, anche se solo in apparenza. Onore al merito dunque, era l’ultima carta per rientrare in partita e l’ha saputa giocare andando a vedere il bluff che Santoro e compagnia avevano in mano. Come già nel 1994 e poi ancora nel 2006 il PD ormai sicuro di vincere sottovaluta l’azione di ripresa sulla quale conta Berlusconi: recuperare alla sua causa i 2/3 di quelli che si asterranno molti dei quali hanno ritrovato fiducia grazie alle positive performance del Cavaliere anche perché, il programma di Bersani sembra attardarsi sulla bontà delle primarie ed i suoi temi economici sono inchiodati sulla patrimoniale per mandare i ricchi all’inferno mentre Berlusconi, che conosce meglio gli umori e le opinioni degli italiani, gli ha riscritto l’agenda servendosi di Santoro ed ha cassato con la penna rossa tutte le voci di tasse e spese. Musica per le orecchie che vogliono ascoltare.

(Visited 30 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.