Se questi sono gli uomini, la destra è finita.

Un tempo, quando si voleva pensare ad un tipo italiano lo si immaginava forte, intrepido, avventuriero, affascinante come D’Annunzio ad esempio od anche lucido, rigoroso, inflessibile, sicuro come Almirante. Lo si associava ai tipi di destra. Oggi, chi sono gli attori che pretendono di rappresentare la tradizione della terra degli avi? Un vecchio zoticone che non capisce un fischio, fiaccato dai malanni come Bossi. Od anche un Berlusconi, diventato il benefattore di ladri, puttane, cornuti e lacché, che si lascia raggirare pur di trascorrere qualche ora in melanconica compagnia. Ma su chi potrà contare la destra negli anni avvenire? Leggete un pò cosa scrive il povero Bocchino indifeso alla sua nuova conquista, mette giù la maschera da latin lover e che razza di uomo si scopre? Personaggi di simile fattura come possono rappresentare un esempio per i giovani che sono stati da sempre la fiaccola mai spenta dell’Idea? Leggete come si rivolge alla contessa di Castiglione de noiantri in missione segreta: “All’improvviso mi aggredisci senza ragione. Io mi sono aperto con te, sto bene con te e mi piaci. Ma sono sensibile e quando mi tratti male soffro. Sono entrato in casa e con tristezza penso di aver rovinato un’amicizia per cose superficiali. Se questa è la destra allora i vari Vendola, Luxuria, Coccia, Turco, Bindi ecc.ecc. possono stare tranquilli, il futuro è loro.

(Visited 15 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+
Questa voce è stata pubblicata in attualità, politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.