onora le italiane e smetti quel velo se vuoi essere eletta

lorella-zanardo-Sumaya-Abdel-QaderAttivista, documentarista, scrittrice e blogger Lorella Zanardo si conferma soprattutto una donna dal pensiero libero ed indipendente. Toni pacati ed idee scomode, nonostante i tempi che corrono la Zanardo non si adegua. Rivendica con orgoglio il percorso formativo ed i riferimenti culturali che ispirano il suo lavoro. Coerente con questi ed in armonia con il suo io, non si sottrae a quello che avverte come un dovere: onorare il lungo e travagliato cammino che ha portato le donne italiane alla parità di diritti con l’uomo. Non ha avuta la giusta eco come avrebbe meritato la sua ferma posizione espressa con chiarezza di argomenti e semplicità di esposizione critica in aperta contestazione al nascondiménto delle fattezze umane femminili ed addirittura alla trasfigurazione dei lineamenti somatici. Sappiamo delle ipocrisie che condizionano le scelte delle donne in alcuni ben noti contesti culturali. Le conosciamo perché hanno toccato anche noi nei corsi bui della storia. Onora le donne italiane scrive riferendosi a Sumaya Abdel Qader consigliera del PD al Comune di Milano quasi a volerle intimare: smetti quel velo se vuoi rappresentarle degnamente. Hanno lottato a lungo con coraggio, sopportato fatiche e sacrifici per affermare i loro diritti e libertà. Quanti avanzano la pretesa di rappresentarle nei consessi civici e politici, devono sentirsi all’altezza e mostrare parimenti coraggio nello svelare il loro volto reale oppure ritirarsi a vita privata, perché quel portato culturale che pretende di ridurre a vergogna la bellezza non ci appartiene, non appartiene all’intero mondo civile e non gli permetteremo di cancellare le conquiste e l’emancipazione che ci sono costate sangue e lutti. A volto coperto non puoi fare politica, le donne non vedono le tue sofferenze e non possono affidarti le loro. Non le capiresti. A volto coperto non puoi decidere del destino di quelle che combattono a viso aperto la battaglia della vita, non ne scorgi l’orizzonte dei desideri.

(Visited 108 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica, società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.