E’ innocente, elezioni più vicine.

vignetta-Berlusconi col tricolore con fica al centroPiù che assolto, è innocente perciò le riforme non si fermeranno: l’italicum resta invariato naturalmente ed aspettiamo il ddl Orlando per saggiare la svolta garantista del PD sottolinea Brunetta. La sentenza d’appello gli restituisce la piena agibilità politica, adesso più nessuno nel centro-destra potrà contestargli la “leadership”. La sentenza è una spinta al cambiamento, conferma Paolo Romani, ma qualcuno comincia a far circolare la voce di elezioni più vicine, anzi prossime. Si ipotizzano già per la primavera del 2015. Ringalluzzito dagli esiti della legge Severino studiati a tavolino dalle larghe intese in versione Monti e dalla piena libertà di movimento che gli verrà a febbraio quando scadrà il periodo di espiazione della pena ai servizi sociali, attende Renzi sulla riva del fiume autunno: le difficoltà economiche in primis, la prevedibile reazione dei militanti PD che saranno edotti sulla reale portata delle riforme dopo il passaggio in prima lettura, gli fanno prevedere che il velocista potrebbe essere disarcionato dal ronzino del Governo che cavalca a colpi di annunci e traguardi mirabolanti da tagliare. A quel punto, la sentenza della Corte di Appello di Milano sarà il propellente formidabile per una campagna elettorale televisiva che resusciterà dal letargo i moderati astenuti e quelli sedotti dall’energia futurista del gradasso fiorentino.

(Visited 57 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.