E’ grazie a Monti se avremo la tredicesima a Natale

Se a Natale troveremo la tredicesima in busta paga lo dobbiamo all’intervento di Monti in Europa, lo dichiara senza tanti giri di parole Tabacci, il solo reduce della I Repubblica che si è fatto apprezzare nella II Repubblica e con ogni probabilità rivedremo anche nella III. Non ha carichi pendenti nel suo casellario giudiziale. E’ candidato alle primarie del PD ma non ha ancora firmato la carta d’intenti perché ritiene che senza Monti il prossimo governo NON andrà lontano. Non siamo finiti nei guai per il troppo rigore nel fare i conti come pensa la Camusso, tutt’altro. Bisogna chiarire come sono andate le cose e dire la verità: la dissennatezza della spesa pubblica c’ha condotto sull’orlo del precipizio, se ad un certo punto nessuno comprava il nostro debito era perché non si aveva più fiducia che i conti potessero rientrare sotto controllo. A sperare in un Governo amico non c’è solamente la Cgil, anche alcuni sindaci e governatori meridionali sperano nel ritorno della spesa facile, nel ripiano del debito senza rimborso per gli Enti che violano il patto di stabilità pur di continuare a mantenere i barocconi clientelari delle partecipare dalle quali possiamo aspettarci solamente un aggravio del deficit non certamente la ripresa. Qualcuno che al sud in special modo, si presenta come il nuovo mentre continua a proporre un modello di sviluppo fallimentare immaginando investimenti per assistere piuttosto che per produrre, per mantenere i bacini di consenso piuttosto che per far ripartire la crescita virtuosa dello sviluppo quello vero, quello che ha un ritorno in termini di profitti non quello immaginato da sempre dalle classi dirigenti del sud come spesa parassitaria il cui solo beneficio è il mantenimento di una pace sociale comprata e mai conquistata

(Visited 13 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.