Berlusconi imprescindibile, si vota nel 2018 e per la Lega verdi praterie

vignetta-header-sfondo-grillo e salvini gonfiano il palloncino dei muscoli antisistemaQuesto Parlamento non andrà a casa prima del 2018, parola di Paolo Romani capogruppo di Forza Italia al Senato. Altrimenti detto: Renzi resta in sella fino al termine della legislatura, Brunetta se ne faccia una ragione. Dovessero mancare i voti della minora PD, sulle riforme noi siamo in grado di chiedere forti modifiche, chiosa Romani che ostenta sicurezza anche sulla Lega: per vincere “ha bisogno di noi”. A livello nazionale evidentemente, perché in Veneto ad esempio, la Lega basta a sé stessa. Forza Italia, data in disarmo prima delle regionali, sembra aver ripreso fiato e medita di riscrivere l’agenda politica dei prossimi anni forte dell’inimitabile, l’unico imprescindibile: Berlusconi. Per i forzisti del cerchio arcoriano è ancora l’uomo della destra liberale, il solo capace di federare i moderati. Salvini si è portato su posizioni che non sono mai state maggioritarie nel nostro paese osserva ancora Romani quindi, anche se la Lega ha doppiato nei risultati Forza Italia, gli equilibri a destra non sono mai definitivi a suo dire, ricordando ai leghisti che Berlusconi è stato molto generoso in passato quando era in auge, cedendo loro le tre più importanti regioni del nord. Solo che in politica, come nella vita, non c’è riconoscenza ed è una lezione amara che s’impara ancora in fasce; strano che Romani uomo d’esperienza sempre accorto e misurato, si lasci andare ad ingenuità di questo tenore. Di tutt’altro avviso l’analisi del voto del prof. Marco Tarchi, noto studioso della destra italiana: sarebbe controproducente per la Lega, annacquare le posizioni di Salvini e sciogliersi in una lista unica con Forza Italia. Non è nel campo dei moderati che deve pescare il suo nuovo elettorato la Lega, molti sono già passati con Renzi. Salvini deve insistere col voto di protesta anche se trova la concorrenza di Grillo, ha davanti a sé immense praterie nel campo dell’astensione dove si sono rifugiati tutti i disgustati dalla polica. Forza Italia è arrivata al capolinea, s’illude chi pensa che possa ritornare al futuro con Berlusconi… 

(Visited 169 times, 1 visits today)
FacebookTwitter
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.