Berlusconi batte Letta sul tempo, scricchiola la Repubblica

troika fantasmaPiù che i giudici, Berlusconi temeva la minoranza silenziosa nel PDL che ha trovato in Quagliariello la sua guida. Aleggia sull’Italia il fantasma della Troika pronto a scrivere la prossima Legge di Stabilità 2014, uno spauracchio che avrebbe galvanizzato i camerieri dissidenti del PDL pronti ad ogni stormir di fronda. Con questa consapevolezza Berlusconi ha deciso di tentare il tutto per tutto battendo Letta sul tempo ha ordinato ai suoi Ministri di dimettersi. A Quagliariello però si sarebbe già unita la Lorenzin ministro della Salute, contraria a seguire il capo in Forza Italia. E’ opinione di molti che quest’ultimo atto potrebbe essere un harakiri per Berlusconi perché NON modifica la sua posizione giudiziaria di condannato in via definitiva e potrebbe relegarlo in minoranza alle Camere dove Letta si è determinato a cercare una nuova maggioranza. Il caimano comunque, forte dei sondaggi, ha deciso di tuffarsi nel bagno di voti per riaccreditarsi come capo assoluto di questa destra senza né capo, né coda, feudale più che conservatrice. Non è da escludere che la buona stella che ha sempre assistito fin qui il caimano possa ancora una volta sorridergli nonostante le avversità e trovare in Parlamento le convergenze interessate al voto di Grillo e di Renzi. Se c’è una conclusione che si può tirare in queste ultime concitate ore di vita pubblica non è quella sulla caduta di un Governo, ma sulle Istituzioni della Repubblica che scricchiolano pericolosamente. Pochi sono i disperati per questa prospettiva, molti sono inconsapevoli, alcuni sono quelli che aspettano fiduciosi di salire sulle macerie…

(Visited 15 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.