lo smemorato del Colle

Nel suo bel messaggio di fine anno, apprezzato da tutti e seguito da oltre dieci milioni di spettatori in TV con una notevole eco anche sui media digitali, a Mattarella dev’essere sfuggito, tra le tante emergenze, quella del popolo italiano chiuso e tenuto prigioniero nella riserva dei diritti incivili. Eppure sarebbe bastato pochissimo, anche solamente un pensierino per ridare speranza ad un popolo condannato all’estinzione. Magari un accenno da far seguire all’onda di latte e miele con la quale ha travolto i cattivisti che fomentano l’odio per i migranti che vivono, lavorano, praticano sport e fanno figli in Italia. Da buon cattolico quale lo conosciamo, avrebbe potuto approfittare dell’occasione per strizzare l’occhio anche alla UE ed a costo zero, spendere qualche parolina di incoraggiamento per quelli italiani che con amore e fratellanza accolgono gli stranieri; fremono e si commuovono in difesa degli animali; si battono strenuamente e con coraggio per abbassare il riscaldamento del globo terrestre, ma che hanno smarrito completamente il senno e la ragione ad esempio, sui temi della famiglia e delle relazioni sociali; sulle libertà e le scelte individuali; sul futuro, sulla morte e la sparizione che sicura ci attende. Confusi e smarriti, soli ed abbandonati dal loro Presidente impegnato a risolvere più gravi ed alte questioni morali, gli italiani e tra essi quei pochi cattolici superstiti, sono diventati sordi ed insensibili ai diritti degli ultimi e più indifesi; al diritto di nascere e perire naturalmente. Hanno cancellato l’orizzonte della vita ed in luogo di essa sono caduti preda degli agi borghesi: si schierano in difesa della soppressione in utero quando non della selezione eugenetica; si dicono soddisfatti del mercato degli uteri per conto terzi e ritengono superata per legge la concorrenza dell’antico monopolio eterosessuale. Nulla. Mattarella da buon cattolico custode dei diritti Costituzionali, ha preferito non scontentare alcuno e lasciare che gli italiani seguano il destino segnato per loro dagli attori globali del progresso universale

(Visited 16 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+
Questa voce è stata pubblicata in politica, società e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.